Vai al contenuto

Lo sport influisce sul lavoro? Ecco la risposta!

praticare-sport-meglioinformarsi.it

Praticare sport influisce sul nostro modo di lavorare e sulla nostra produttività? In questo articolo illustreremo l’importanza di mantenere una buon condizione fisica e mentale che aiuterà nel mondo del lavoro

Lo sport influisce sul lavoro? La risposta è si! Praticare sport infatti ci aiuta a mantenere la salute a livello fisico e mentale e, di conseguenza, ci consente di generare sensazioni positive che si riversano sia sul nostro impegno ma anche sul rapporto che abbiamo con i nostri colleghi, è importante ricordare che un atteggiamento positivo aiuta ad avere un approccio motivato e produttivo nei confronti del team con il quale collaboriamo.

Ma non è tutto, svolgere costantemente attività fisica previene il rischio di ammalarsi ed evita il verificarsi di assenze forzate e prolungate dal posto di lavoro. Una mente sana ed allenata inoltre migliora sicuramente le performance e quindi il raggiungimento di ottimi risultati ed aumenta il livello di soddisfazione, creando un positivo circolo vizioso.

Le imprese stanno adottando una politica mirata al mantenimento del benessere mentale e fisico dei propri dipendenti, coinvolgendo il personale in sport di gruppo quali escursioni, corsa ed amatoriali tornei di calcio.
Si tratta d’iniziative che puntano a ricreare il senso di squadra per rafforzare il lavoro in team, che poi si riverserà nel lavoro quotidiano.

Un costante esercizio fisico inoltre riduce l’insulino-resistenza, ovvero previene il verificarsi di forme diabetiche e genera le proteine che agiscono positivamente sulla salute cellulare, i vasi sanguigni del nostro cervello e sulla salute delle cellule, comprese quelle cerebrali.

Inoltre l’attività fisica contribuisce a migliorare il sonno, riducendo lo stress e può prevenire, come certificato dal Black Dog Institute, uno dei più importanti centri per lo studio dei disturbi dell’umore, forme depressive dovute ad uno stile di vita poco consono e/o incontrollato.

L’organizzazione mondiale della sanità ha stilato una tabella di marcia per quanto riguarda una persona dai 18 ai 64 anni d’età.

Per mantenere un livello psico-fisico è dunque consigliabile praticare:

  1. 150 minuti di attività fisica moderata durante la settimana
  2. 75 minuti di attività fisica intensa durante la settimana
  3. 300 minuti di attività fisica ogni 2 settimane, gestendo il tempo in base anche ad impegni e dispendio di energie.

Abbiamo analizzato come l’esercizio fisico sia molto importante per concentrare le energie sul lavoro e come praticare sport possa permetterci di aumentare la produttività e la sinergia con il gruppo di colleghi con il quale avremo a che fare.

Il nostro consiglio è di allenarvi costantemente ma di seguire una tabella di marcia, magari con il supporto di un personal trainer che possa consigliarvi la soluzione migliore per raggiungere il risultato prefissato.

Lo sport è importantissimo ma ovviamente prima è Meglio Informarsi!

 

 

%%footer%%

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.